12 Mag
Additivi alimentari
37 visualizzazioni
0 commenti

E325 – E326 E327 Lattato

Gli additivi alimentari E325, E326 e E327 sono composti chimici che spesso vengono aggiunti ai prodotti alimentari come conservanti e aromatizzanti. Si tratta di acidi lattici, una classe di sostanze chimiche che si trovano naturalmente in alcuni alimenti come latte, formaggio, yogurt, carne affumicata e alcuni prodotti caseari. Gli acidi lattici sono anche prodotti sinteticamente attraverso una reazione chimica nota come condensazione. Questi composti sono anche spesso indicati come additivi alimentari e sono ampiamente usati nell’industria alimentare per aumentare la shelf life dei prodotti, prolungare il loro sapore, migliorare la consistenza e prevenire la formazione di batteri.

Gli additivi alimentari E325, E326 e E327 sono tutti acidi lattici. L’additivo alimentare E325 è l’acido lattico, noto anche come lattato di sodio o lattato di sodio. L’E326 è l’acido lattico monosodico, noto anche come lattato di calcio o lattato di calcio. L’additivo alimentare E327 è l’acido lattico polisodico, noto anche come lattato di magnesio o lattato di magnesio.

Gli acidi lattici sono solitamente utilizzati come conservanti alimentari, aromatizzanti e addensanti. Si pensa che gli acidi lattici aiutino a prolungare la shelf life dei prodotti alimentari rallentando il deterioramento delle cellule dei prodotti. Inoltre, gli acidi lattici possono essere utilizzati come addensanti per aumentare la viscosità dei prodotti alimentari, e come aromatizzanti per migliorare il sapore di alcuni alimenti. Gli acidi lattici possono anche essere utilizzati come antimicrobici per prevenire la formazione di batteri.

Gli acidi lattici possono essere trovati in una varietà di prodotti alimentari, come pane, pasta, snack, prodotti da forno, condimenti, salse e prodotti da forno. Possono anche essere trovati in prodotti come carne, pesce, verdure e frutta. Gli acidi lattici sono anche spesso utilizzati in prodotti come creme, gelati, bevande, cioccolato, formaggi, yogurt, salse e altre sostanze alimentari.

Gli acidi lattici sono generalmente considerati sicuri per l’uso come additivi alimentari, ma possono causare alcuni effetti collaterali. I sintomi più comuni associati agli additivi alimentari E325, E326 e E327 sono nausea, vomito, diarrea, mal di testa, vertigini, stanchezza e dolori muscolari. Se si manifestano questi sintomi, si consiglia di interrompere l’assunzione di alimenti contenenti questi additivi e di consultare un medico.

In conclusione, gli additivi alimentari E325, E326 e E327 sono composti chimici comunemente usati come conservanti, aromatizzanti e addensanti nell’industria alimentare. Si trovano in una varietà di prodotti alimentari, tra cui pane, pasta, snack, prodotti da forno, condimenti, salse e altri alimenti. Gli acidi lattici sono generalmente considerati sicuri per l’uso come additivi alimentari, ma possono causare alcuni effetti collaterali in alcune persone. Si consiglia di evitare l’utilizzo di prodotti contenenti acidi lattici se si è allergici o sensibili a questi additivi.


Per approfondire l’argomento sull’additivo E325 consulta le ultime ricerche scientifiche su PubMed