18 Mag
Additivi alimentari
28 visualizzazioni
0 commenti

E230 – Bifenile

Il bifenile E230 è un composto organico aromatico, costituito da due anelli benzenici legati da un legame C-C, avente formula molecolare (C6H5)2. A temperatura ambiente, si presenta come un solido cristallino incolore con un piacevole odore caratteristico. Come molti altri composti organici aromatici, il bifenile ha proprietà chimiche che lo rendono utile in numerose applicazioni.

Uno dei principali usi del bifenile è come materia prima per la produzione di policlorobifenili, o PCB. I PCB sono impiegati come fluidi dielettrici o come agenti di scambio termico in molti processi industriali, inclusi i trasformatori elettrici, gli apparecchi di raffreddamento e i compressori. I PCB sono stati largamente utilizzati in passato, ma la loro produzione e l’uso sono stati vietati in molti paesi a causa delle preoccupazioni per la salute pubblica e l’ambiente.

Inoltre, il bifenile E230 è utilizzato per la sintesi di altre sostanze organiche, tra cui fitofarmaci e materie plastiche. Ad esempio, viene utilizzato come monomero per la produzione di polimeri a base di bifenile, come il polibifenile (PBB) e il policarbonato (PC). Questi materiali sono utilizzati in molti settori, come l’elettronica, l’industria automobilistica e l’edilizia.

Il bifenile viene prodotto principalmente per distillazione a partire dal catrame, dal greggio e dal gas naturale. Tuttavia, poiché il bifenile è classificato come un inquinante organico persistente, la produzione e l’uso sono fortemente regolamentati in molti paesi.

Il bifenile è insolubile in acqua ma solubile in molti solventi organici, come l’etere, il cloroformio e il benzene. È anche sensibile alle condizioni di ossidazione e può subire una reazione di clorurazione o bromurazione. Inoltre, il bifenile può essere usato come reagente chimico per la sintesi di altri composti organici.

In sintesi, il bifenile E230 è un composto organico aromatico con numerose applicazioni in diversi settori industriali. Tuttavia, a causa dei suoi effetti negativi sulla salute e sull’ambiente, la produzione e l’uso di questo composto sono altamente regolamentati in molti paesi.

Per saperne di più sugli altri additivi alimentari visita la pagina di riferimento
Per qualunque inesattezza nel presente articolo dovuta ad un aggiornamento delle evidenze scientifiche in merito a questo additivo, si prega di scrivere una mail a [email protected] segnalando l’errore


Per approfondire l’argomento sull’additivo E230 consulta le ultime ricerche scientifiche su PubMed