20 Mag
Corsa, Guide, Sport
64 visualizzazioni
0 commenti

Come scegliere la scarpa da corsa

La corsa è uno sport semplice che necessita essenzialmente di uno strumento: la scarpa. Potresti anche correre in tuta, in abbigliamento tecnico, in canottiera o anche a petto nudo ma non dovresti mai e poi mai fare a meno della scarpa da corsa. Scegliere la scarpa da corsa è di fondamentale importanza in quanto, in questo sport, è l’unica cosa realmente importante da attenzionare e da non sottovalutare.

Esistono così tanti modelli di scarpe da corsa in commercio che spesso ci si trova a non saper scegliere quale modello possa essere più adatto alle nostre esigenze. Potresti dare uno sguardo direttamente alle  scarpe da corsa per principianti oppure continuare la lettura di questa guida

Dobbiamo quindi partire proprio dalle nostre esigenze e dalle nostre caratteristiche corporee per orientarci nella scelta. Non esiste infatti una scarpa migliore o peggiore in assoluto ma esiste sicuramente una scarpa migliore o peggiore le nostre necessità.

Peso – Il tuo peso influenza la scelta della scarpa

Per scegliere la scarpa da corsa, una delle prime variabili da valutare è il tuo peso corporeo. Una persona con una con una massa corporea maggiore, pesando di più, avrà bisogno di una maggiore ammortizzazione rispetto ad una persona con una massa corporea inferiore.

  • Massa corporea maggiore -> peso maggiore -> maggior carico sulle articolazioni
  • Massa corporea minore -> peso minore -> minor carico sulle articolazioni

Si ma cosa vuol dire questo?

Facciamo un esempio: consideriamo un’auto e un camion. Questi due veicoli, avendo un peso notevolmente diverso, presentano delle sospensioni anch’esse notevolmente diverse. Un camion avrà delle sospensioni adatte ad “ammortizzare” un peso maggiore, un’auto avrà delle sospensioni adatte ad un peso minore.

Questo è il primo punto fondamentale da tenere in considerazione, ovvero che il tuo peso influenza il tipo di scarpa da scegliere. 

Questa regola vale sempre? (risposta: NO)

Se da una parte è molto importante scegliere una scarpa ammortizzata in base al proprio peso, dall’altra è necessario che questa sia adatta anche al proprio appoggio, al tipo di corsa, al passo ecc..

Chi si avvicina al mondo della corsa inoltre dovrebbe stare attento anche ad utilizzare delle scarpe che siano  ammortizzate senza lasciarsi abbagliare dal mito della leggerezza della scarpa.

Scarpe più leggere come ad esempio le A1 e le A2, sono scarpe adatte ad un corridore più esperto o comunque con delle necessità tecniche e prestative più avanzate.

Se sei un principiante o una persona che non ha ancora una buona tecnica di corsa, è sconsigliato correre con delle scarpe troppo tecniche (e quindi troppo leggere) poiché, rinunciando ad avere una buona ammortizzazione, rischieresti di procurarti degli infortuni e/o delle complicanze come ad esempio la fascite plantare

Ricapitolando dunque:

Massa corporea maggioreMassa corporea minore
PesoMaggioreMinore
Carico sulle articolazioniMaggioreMinore
Scarpa consigliataA3 – A4
a seconda dell’appoggio del piede
A4 – A3
a seconda dell’appoggio del piede
A2

Appoggio – Il tuo appoggio è Neutro, Iperpronatore o Supinatore?

Nella scelta della scarpa da corsa, è molto importante prestare attenzione al tipo di appoggio che ha il nostro piede.

Durante la “rullata” del piede è fisiologico avere un certo grado di pronazione, ovvero una leggera rotazione del piede verso l’interno. È importante tenere conto della pronazione poiché quando questa diventa eccessiva (Iperpronazione), il piede compie dei movimenti in eccesso che è bene stabilizzare. All’opposto, quando la pronazione è insufficiente (Supinazione) è necessario scegliere una scarpa più ammortizzata per tutelare l’articolazione già rigida di suo.

Neutro
Il piede appoggia correttamente e presenta il giusto grado di pronazione
Iperpronatore
Rotazione del piede verso l’interno maggiore rispetto alla pronazione fisiologica
Supinatore
Il piede non ruota abbastanza verso l’interno appoggiando quindi sulla parte esterna
Neutre
(Scarpe A3, A2 e A1)
Stabili
(Scarpe A4)
Neutre
(modelli con più ammortizzazione)

Drop – Corri più sull’avampiede o sul tallone?

Il drop nella scarpa da corsa è la differenza tra: l’altezza del tallone e l’altezza dell’avampiede. Solitamente le scarpe da corsa presentano un drop che oscilla tra 0mm e i 12mm a seconda dei modelli e della categoria della scarpa.

Ad esempio scarpe adatte ad un passo veloce (come le A1 e le A2) presentano drop più bassi rispetto a scarpe adatte ad un passo più lento come le A3. Un drop più basso diventa infatti necessario all’aumentare della velocità della corsa poiché il nostro appoggio si sposta maggiormente sull’avampiede.
Al contrario, al diminuire della velocità, il nostro appoggio si sposta maggiormente verso il tallone e un drop più alto diventa la scelta migliore.

Drop AltoDrop Basso
Millimetri12 mm – 8 mm8 mm – 0 mm
Appoggio del piedeSul talloneSull’avampiede
Categoria della scarpaA3 e A4A3, A2 e A1
Passo di corsaMedio – LentoMedio – Veloce

Misura – Che misura scegliere?

Scegliere la scarpa da corsa non ha senso se non si sceglie anche la misura corretta. Questa dipende sia dalle preferenze personali, sia dal modello di scarpa indossata. In linea generale comunque, la misura corretta è quella in cui rimane all’incirca un dito di spazio tra l’alluce (o il dito più lungo) e la punta della scarpa.

Spesso ci riferisce alla misura della scarpa utilizzando le taglie italiane (41, 42, ecc…), americane o inglesi senza tener conto che ad esempio una misura 9 US non corrisponderà ad una misura 9 UK e così per tutte le altre misure.

Il metodo migliore per scegliere la misura corretta è quello di riferirsi ai cm del piede. Con i cm è difficile sbagliarsi in quanto sono una misura universale e non interpretabile. Basta misurare la lunghezza del piede e confrontare i vari modelli e le varie misure di scarpe in base ai cm.

Come fare:

  • Poggia un metro a terra perpendicolare ad un muro e con lo 0 esattamente sul muro.
  • Poggia il piede sul metro in modo tale che il tallone tocchi il muro
  • Guarda dove arriva il dito più lungo e prendi la misura

Questa misurazione dovrà essere effettuata per entrambi i piedi in quanto, normalmente, c’è sempre una differenza di misura tra i due piedi e la misura da tenere in considerazione è sempre quella del piede più lungo.
Scegliere la misura corretta inoltre ridurrà drasticamente la possibilità che si verifichino infortuni dovuti ad una scarpa troppo piccola o troppo grande come ad esempio:

Scarpa troppo piccolaScarpa troppo grande
Le unghia possono diventare nere fino a staccarsiIl piede “balla” dentro la scarpa e l’appoggio non sarà corretto
Dolore al piede durante la corsaPossibilità che si formino vesciche
Possibilità di fascite plantareSfregamento continuo del piede con la scarpa
Tag: ,