Home / Sport / Corsa / Come scegliere il tapis roulant – 6 punti fondamentali

Ultime notizie

26 Mag
Corsa, Guide, Sport, Palestra e Fitness
24 visualizzazioni
0 commenti

Come scegliere il tapis roulant – 6 punti fondamentali

Scegliere un tapis roulant elettrico per casa non è così semplice come potrebbe sembrare. Come ogni altro attrezzo sportivo è necessario che il tapis roulant sia adatto alle proprie esigenze di allenamento e alle proprie caratteristiche fisiche. Per lo stesso motivo per cui non compreresti una bicicletta per bambini da utilizzare per allenarti, allo stesso modo non potrai scegliere un tapis roulant sotto proporzionato alle tue esigenze.

Il tapis roulant è un attrezzo semplice e complesso allo stesso tempo che presenta molte parti in movimento e una struttura e un motore costantemente sollecitati dall’attività fisica che si svolge.

Spesso ci si lascia ammaliare dai prezzi super vantaggiosi che se da una parte possono sembrare interessanti, dall’altra nascondono sempre delle pecche più o meno evidenti come un motore poco potente o un nastro troppo piccolo.


La potenza del motore deve essere adatta al tuo peso

Il peso della persona è senza dubbio il primo elemento da tenere in considerazione nella scelta di un tapis roulant elettrico poiché la potenza del motore deve essere proporzionata al peso che questo dovrà spostare. La prima regola nella scelta di un tapis roulant è quindi quella di:

Scegliere una potenza del motore adatta al peso della persona più pesante che utilizzerà il tapis roulant

Il motore è dunque la componente fondamentale di un tapis roulant elettrico e dovrà avere una potenza sufficiente a:

  • vincere l’attrito tra il nastro e la pedana (col tuo peso sopra)
  • spostare il tuo peso per tutto il tempo dell’allenamento
  • non andare mai sotto sforzo e quindi non andare mai in surriscaldamento

I motori poco potenti, quando vanno sotto sforzo, si riscaldano facilmente. Il calore è purtroppo il nemico principale dei motori elettrici poiché danneggia irrimediabilmente le componenti interne riducendone le prestazioni e aumentando sempre di più la possibilità che questo si bruci e per questo motivo è necessario che il motore abbia una potenza proporzionata alla persona che lo dovrà utilizzare.

Ovviamente, motori meno potenti saranno anche meno costosi e viceversa motori più potenti saranno più costosi. Un consiglio è quello di non risparmiare scegliendo un motore meno potente (e quindi più economico) perché si correrebbe il rischio di fare un acquisto sbagliato buttando via i propri soldi.

Facciamo il punto della situazione

1.75 – 2.50 Cavalli (HP)2.50 – 3.00 Cavalli (HP)3.00 – 3.50 Cavalli (HP)3.50 – 4.00 Cavalli (HP)
Adatti per persone con una massa corporea non superiore a 80 KgPer persone dagli 80 Kg ai 100 KgPer persone dai 100 Kg ai 120 KgAdatti per persone con una massa corporea superiore ai 120 Kg

Inoltre a seconda della durata degli allenamenti, è possibile fare qualche variazione

Allenamenti minori di 30 minutiAllenamenti dai 30 ai 120 minuti
È possibile scegliere una potenza del motore inferiore al massimo 0.25 Cavalli (HP)È consigliabile scegliere una potenza del motore superiore di almeno 0.25 Cavalli (HP)

Esistono inoltre 2 tipi di motore elettrico:

Motore DCMotore AC
Motore a corrente continua
Più semplici ed economici, tipici dei prodotti della fascia home fitness
Motore a corrente alternata
Più complessi e più costosi, tipici dei prodotti della fascia professionale

Quindi, leggendo la scheda tecnica di un tapis roulant, se ad esempio leggi che un modello ha un motore da 2.50HP DC vuol dire che questo motore sarà adatto per persone dal peso di circa 80Kg che vorranno correre e/o camminare e che non sarà adatto all’utilizzo prolungato.


La lunghezza del nastro deve essere proporzionata alla tua altezza

È molto importante scegliere una lunghezza del nastro che sia adatta alla propria altezza poiché una persona alta avrà una falcata molto più ampia rispetto ad una persona più bassa.

Inoltre l’ampiezza della falcata è direttamente proporzionale alla velocità della corsa. A parità di altezza, tanto più si andrà veloce, tanto più il nastro dovrà essere lungo.

  • Falcata più ampia o velocità più alta = Necessità di una maggiore lunghezza del nastro
  • Falcata più corta o velocità più bassa = Possibilità di scegliere una lunghezza inferiore del nastro

Per comodità ecco una tabella per orientarsi al meglio nella scelta della lunghezza del nastro:

VelocitàAltezza fino a 170 cmAltezza fino a 190 cmOltre 190 cm
10 Km/h 125 cm130 cm140 cm
14 Km/h135 cm140 cm145 cm
18 Km/h140 cm145 cm150 cm
22 Km/h145 cm150 cm155 cm

Camminerai o Correrai?

Camminata e corsa sono due attività sportive distinte e separate. Erroneamente si pensa che camminare, essendo un’attività meno faticosa per il corpo, lo sia anche per il tapis roulant.

Sembra strano ma per un tapis roulant elettrico la camminata risulta essere più “faticosa” rispetto ad una corsa. Il motivo è molto semplice in quanto a basse velocità di rotazione, anche la coppia dei motori elettrici risulta bassa. Questo determina un assorbimento di corrente maggiore per il funzionamento del motore con conseguente facile surriscaldamento.

Il motore è inoltre collegato ad una ventola che permette di refrigerarlo ma che, se questo gira a velocità ridotta, non avrà la capacità di abbassarne la temperatura.

Ricorda sempre che il calore è il principale nemico dei motori elettrici!

Inoltre il motore, durante la camminata, dovrà costantemente spostare il nastro con sopra la persona. Nella corsa invece, c’è un momento in cui il corpo è totalmente staccato dal nastro (fase di volo per l’appunto). Questo fa si che nella corsa ci siano continuamente momenti in cui il motore dovrà spostare il nostro peso e momenti in cui non lo farà.

Inclinazione? Nessuna, elettrica o manuale?

Preferisci correre e camminare in pianura o anche in salita? L’inclinazione del nastro è una delle caratteristiche importanti da tenere in considerazione. L’inclinazione permette infatti di aumentare l’intensità dell’allenamento senza la necessità di aumentare la velocità della camminata e della corsa.

Prendiamo ad esempio la camminata
Per aumentare l’intensità della camminata non è possibile aumentare la velocità oltre un certo limite. Superando i 6 Km/h camminare comincia ad essere molto difficile e viene naturale iniziare a correre. Se per un motivo o per un altro non si volesse o non si potesse correre, ecco che aumentare l’inclinazione diventerebbe l’unico metodo per aumentare l’intensità della camminata.

I tapis roulant possono essere quindi senza inclinazione, con inclinazione manuale o con inclinazione elettrica

  • Nessuna inclinazione: Questi tapis roulant possono essere utilizzati soltanto in pianura e non è possibile inclinare il nastro. Spesso i tapis roulant ultra compact sono tra quelli ad essere sprovvisti di un sistema per di inclinazione. I tapis roulant senza inclinazione, a parità di caratteristiche, generalmente sono più economici rispetto ai corrispettivi con inclinazione.
  • Inclinazione manuale: I tapis roulant con inclinazione manuale hanno la possibilità di regolare (spesso su pochi livelli) l’inclinazione del nastro. Tra i sistemi di inclinazione, quello manuale è sicuramente più economico ma allo stesso tempo più scomodo. Per effettuare la regolazione manuale è infatti necessario interrompere l’allenamento per poter modificare l’inclinazione del nastro.
  • Inclinazione elettrica: È sicuramente il sistema di inclinazione da preferire. Il vantaggio principale dei tapis roulant con inclinazione elettrica è quello di permettere di regolare l’inclinazione del nastro tramite dei pulsanti sulla console senza la necessità di interrompere l’allenamento. Un altro vantaggio è che i programmi di allenamento preinstallati nel tapis roulant possono gestire sia la velocità che l’inclinazione permettendo di effettuare degli allenamenti più efficaci.

Hai problemi di spazio?

Se hai problemi di spazio puoi scegliere un tapis roulant slim o ultra slim. Questi tapis roulant hanno sicuramente il grande vantaggio di potersi chiudere e occupare veramente poco spazio dentro casa. Spesso sono più pratici in quanto possono essere spostati più facilmente e riposti quando non utilizzati. Hanno lo svantaggio di essere più cari (a parità di caratteristiche) rispetto ai corrispettivi tapis roulant classici.

ClassiciSlimUltra slim
ProStruttura più robusta
Rapporto qualità prezzo migliore
Ingombro minorePochissimo ingombro
Praticità nell’utilizzo
Peso leggero
ControIngombro maggiorePiù costosi a parità di caratteristichePiù costosi a parità di caratteristiche
Struttura meno robusta

Scegliere un tapis roulant con ammortizzazione

Scegliere un tapis roulant con ammortizzazione è un punto da non trascurare in quanto una buona ammortizzazione riduce il carico sulle articolazioni dal 20% al 40%

La corsa su strada presenta sempre alcuni inconvenienti che non troviamo nei tapis roulant, ovvero: superficie più dura e irregolarità del terreno. I tapis roulant hanno il vantaggio di avere una superficie regolare e non dura come quella stradale.

Il sistema di ammortizzazione è costituito dagli elastomeri che hanno il compito di attutire l’impatto sul nastro. È importante fare attenzione non tanto al numero ma al tipo di elastomeri presenti.

Tapis roulant con meno elastomeri potrebbero essere più ammortizzanti rispetto a modelli con un maggior numero

Inoltre l’ammortizzazione di un tapis roulant non si ottiene soltanto dagli elastomeri ma dall’insieme di: elastomeri, telaio e piano di corsa.

Tag: , , ,